Come recintare un giardino, giardino, recinzione, recinto, giardino recintato, recinzione in legno, piante

Come recintare un giardino: 9 consigli utili

Se possedete un giardino e desiderate delimitarlo e proteggerlo, una recinzione può essere la soluzione ideale.

Infatti recintare un giardino non solo offre sicurezza e privacy, ma può anche contribuire a definire e valorizzare lo spazio esterno. Recintare un giardino è quindi anche un passo importante per arredarlo al meglio.

Leggi anche: come arredare un giardino

In questo articolo, vi guideremo passo dopo passo su come recintare un giardino, dalla valutazione delle vostre esigenze alla scelta del tipo di recinzione più adatto e all’installazione della stessa.

Valutare il giardino e le esigenze

Prima di iniziare il processo di recinzione, è importante valutare il proprio giardino e le proprie esigenze specifiche. Considerate quanto è grande il giardino, se ci sono animali domestici che devono essere contenuti, se si desidera una recinzione solo per scopi estetici o anche per la sicurezza, e se ci sono regolamenti e normative locali da rispettare.

Come recintare un giardino, giardino, recinto, uomo che misura grandezza del giardino, operazioni preliminari, cura del giardino, manutenzione
Foto di JohnatanLobel CC BY-NC-SA 2.0

Scegliere il tipo di recinzione

Esistono diverse opzioni di recinzione tra cui scegliere: recinzioni in legno, in metallo, in PVC o in rete metallica. Ogni tipo di recinzione ha i suoi vantaggi e svantaggi in termini di costo, durata, manutenzione e aspetto estetico. Valutate attentamente le diverse opzioni e scegliete quella che meglio si adatta alle vostre esigenze.

Quelle in legno sono belle esteticamente ma richiedono continua manutenzione, quelle in plastica no e possono essere esteticamente piacevoli, ma a via di rimanere esposte alle intemperie si rovineranno inevitabilmente, e quelle in metallo o in rete metallica sono durature, vogliono relativamente poca manutenzione ma non saranno particolarmente belle da vedere.

Come recintare un giardino, giardino, recinzione giardino
Immagine di brgfx su Freepik

Preparare il terreno

Prima di iniziare l’installazione della recinzione, è importante preparare il terreno. Rimuovete eventuali ostacoli come rocce o radici degli alberi e livellate il terreno se necessario. Assicuratevi che il terreno sia stabile e ben drenato per garantire una base solida per la recinzione: senza questi passi preliminari, la vostra recinzione sarà instabile e traballante. Non un bel biglietto da visita per chi viene a vedere il vostro giardino!

Come recintare un giardino, giardino, recinto, uomo che pulisce un giardino, operazioni preliminari, pulizia del giardino per collocazione del recinto
Immagine di gpointstudio on Freepik

Installare i paletti

I paletti sono gli elementi verticali della recinzione che la sostengono. Se state utilizzando una recinzione in legno o metallo, dovrete scavare dei buchi nel terreno per posizionare i paletti, ma assicuratevi che i paletti siano posizionati in modo uniforme e che siano allineati correttamente. In caso, si può utilizzare una livella per verificare che i paletti siano dritti (o un’applicazione per telefonino se il vostro telefono è dotato dei sensori adatti).

Come recintare un giardino, giardino, recinto, installazione dei paletti, paletti da giardino, paletti di legno
Foto di wittco.gmbh CC BY 2.0

Installare il filo o le reti

Una volta che i paletti sono posizionati correttamente, si può procedere all’installazione del filo o delle reti che formeranno il pannello della recinzione. Assicuratevi di fissare saldamente il filo o le reti ai paletti in modo che la recinzione sia stabile e sicura. Prendetevi il vostro tempo per decidere lo stile con cui andrete ad attaccare filo o reti ai paletti che avete piantato in precedenza: una serie di attacchi identici o molto simili vi restituirà una recinzione comunque non sgradevole esteticamente, anche se parliamo di metallo.

Come recintare un giardino, giardino, recinto, fil di ferro, installazione di fil di ferro per recinzione giardino
Volete davvero che la vostra recinzione abbia questo aspetto? Foto di seriousbri CC BY 2.0

Fissare la recinzione al terreno


Per garantire che la recinzione sia stabile, è importante fissarla saldamente al terreno, aiutando i paletti a sostenere il peso dell’intera struttura. Si possono utilizzare dei picchetti o delle staffe di fissaggio per ancorare la recinzione al suolo in modo solido.

Come recintare un giardino, giardino, recinto, fissaggio del recinto nel giardino, paletti, struttura
Foto di woodleywonderworks CC BY 2.0

Aggiungere le porte o gli accessi

Ovviamente arrivati a questo punto occorre avere un’entrata (o un’uscita, a seconda dei punti di vista!) nel proprio giardino: sarà quindi necessario installare una porticina, o comunque un metodo di accesso nella recinzione.

Si può optare per una porticina singola o doppia, a seconda delle dimensioni del giardino e delle esigenze. Oppure si può semplicemente lasciare uno spazio vuoto nella recinzione per l’accesso: dipende tutto dalle preferenze e dalla situazione del vostro giardino.

Come recintare un giardino, recinto, giardino, recinto da giardino con piccola porta blu
Foto di Vitali Adutskevich – Free Licence

Aggiungere elementi decorativi

Oltre a svolgere una funzione pratica, una recinzione può anche essere un elemento decorativo nel giardino! Si può personalizzare la recinzione aggiungendo elementi decorativi come piante rampicanti, fioriere o pannelli decorativi. L’importante è scegliere elementi che si integrino con lo stile del vostro giardino e che aggiungano un tocco di bellezza.

Come recintare un giardino, recinzione, recinzione in legno, piante rampicanti, elementi decorativi per recinizioni, arredamento per esterni
Foto di Gwydion M.Williams CC BY 2.0

Manutenzione e cura della recinzione

Una volta che la recinzione è installata, è importante prendersene cura per garantirne la durata nel tempo: controllate regolarmente la recinzione per eventuali danni o segni di deterioramento. Pulite la recinzione periodicamente e riparate qualsiasi problema prontamente, per evitare che con il tempo i guai possano aumentare esponenzialmente, rendendo la riparazione della recinzione antieconomica.

Come abbiamo già visto, il legno è il materiale che vi richiederà più attenzioni: andrà controllato spesso, tenuto libero da tarli, trattato con un impregnante adeguato regolarmente e se del caso riparato con della cera riempitiva o dello stucco. La plastica, di contro, necessiterà soltanto di una regolare pulita, ma non sarà mai esteticamente bella come il legno ed in ogni caso… durerà probabilmente meno!

Come recintare un giardino, giardino, recinto, manutenzione della recinzione del giardino, uomo che dipinge la staccionata
Immagine di fxquadro su Pexels – Free Licence

Conclusioni

Recintare un giardino può fornire sia funzionalità che estetica. Seguendo i passaggi descritti in questo articolo, potrete facilmente fare un piano d’azione per recintare il vostro giardino in modo efficace e sicuro.

Ricordate sempre di valutare attentamente le vostre esigenze, scegliete il tipo di recinzione più adatto e seguite una corretta installazione e manutenzione. Godetevi il vostro giardino recintato e approfittate dei suoi vantaggi!

Domande frequenti

1. Quanto costa recintare un giardino? Il costo di recintare un giardino dipende da vari fattori, tra cui le dimensioni del giardino, il tipo di recinzione scelto e la complessità dell’installazione. È consigliabile ottenere preventivi da diversi fornitori per avere un’idea dei costi specifici. Ovviamente si può optare per il fai da te, ed in questo caso si andrà a considerare il solo costo dei materiali ma… va bene solo se avete buona manualità!

2. Posso installare da solo la recinzione del giardino? Sì, è possibile installare da soli la recinzione del giardino. Tuttavia, è importante avere familiarità con gli strumenti e le tecniche necessarie. Se non ti senti sicuro, potresti considerare l’assunzione di un professionista per l’installazione, dato che un lavoro fatto bene sarà sia esteticamente migliore sia più duraturo nel tempo.

3. Quanto tempo ci vuole per recintare un giardino? Il tempo necessario per recintare un giardino dipende dalle dimensioni del giardino, dal tipo di recinzione scelta e dalle tue abilità di installazione. In generale, potrebbe richiedere da alcuni giorni a diverse settimane per completare il processo. Se lasci fare ad un professionista, i tempi saranno dettati dai suoi orari di lavoro.

4. Devo richiedere un permesso per recintare il mio giardino? In alcuni casi, potrebbe essere necessario ottenere un permesso o rispettare regolamenti locali per recintare il giardino. Verifica presso le autorità locali se ci sono requisiti specifici da seguire: meglio saperlo prima che ritrovarsi a dover pagare una multa salata dopo (e magari a dover rimuovere la recinzione)!

5. Come posso mantenere pulita la recinzione del giardino? Per mantenere pulita la recinzione del giardino, puoi utilizzare acqua e sapone delicato per pulirla periodicamente in caso della plastica, o un panno e del prodotto specifico nel caso del legno.

Per la pulizia di recinzioni in metallo, puoi limitarti a un detergente multisuperfici e ad un panno in microfibra adatto. Rimuovi eventuali macchie o accumuli di sporco con una spazzola o una spugna morbida ed evita l’utilizzo di prodotti chimici aggressivi che potrebbero danneggiare il materiale della recinzione.

Essendo all’aperto il metallo tenderà ad asciugare facilmente, ma occhio alle zone d’ombra o ai punti di saldatura: qui l’acqua e l’umidità possono creare microristagni che, alla lunga, possono generare ruggine o ossidazioni. Se hai lavato la recinzione con un meteo nuvoloso oppure quasi verso sera (e non puoi quindi contare sul sole come alleato), o se ha piovuto per diversi giorni di fila, procurati un panno per asciugare e intervieni su questi punti.



(origine dell’immagine di copertina)

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *